“Empori della Solidarietà annualità 2021-2022” è un progetto realizzato con il contributo di Enti del territorio e del Fondo CEI 8X1000. L’emporio solidale è un luogo dove i singoli e le famiglie possono ricevere aiuto sotto forma di beni di prima necessità.

_______________

Il progetto dell’Emporio solidale sostiene le persone e le famiglie in difficoltà socio-economica della Città di Vicenza e degli altri Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale Vicenza che si rivolgono ai Centri di Ascolto, accompagnandole in un percorso verso il recupero dell’autonomia.

L’obiettivo generale del progetto è quello di sostenere le persone beneficiarie nell’accesso ai beni di prima necessità (alimentari, prodotti per l’infanzia, prodotti per l’igiene, abbigliamento, kit scolastici e libri) e nel processo di empowerment, grazie ad azioni che rafforzino le loro competenze e amplino le loro reti di socialità. Sarà quindi anche un luogo di accompagnamento, educazione e formazione del beneficiario nell’intraprendere un cammino di autonomia e autosufficienza.

L’Associazione Diakonia Onlus, fin dalla sua fondazione nel 1998, si è impegnata nella distribuzione di borse spesa, di norma mensili, a famiglie in difficoltà.

Da circa un anno ha avviato il progetto dell’Emporio in uno stabile di 300 mq, accompagnando, ad oggi, circa 70 famiglie. Il progetto, grazie al contributo della Regione del Veneto, ha implementato i suoi servizi attraverso tre fasi:

  • Un’attività di rete che migliori il servizio di raccolta e distribuzione di eccedenze alimentari anche a domicilio, coordinato e gratuito, incrementando le aziende donatrici;
  • L’organizzazione dell’Emporio come un supermercato, così da offrire la possibilità ai beneficiari di scegliere i prodotti dagli scaffali in modo autonomo e secondo le loro esigenze reali. L’accesso all’Emporio è possibile dopo un colloquio con i volontari di uno dei Centri di Ascolto Caritas, durante il quale viene valutata la situazione socio-economica, viene redatto un progetto personalizzato (aggiornato almeno una volta all’anno) e attribuito un punteggio (il “prezzo” di ogni prodotto corrisponde ad una certa quantità di punti);
  • Configurazione dell’Emporio come una ”Officina Culturale” aperta ai cittadini, per offrire percorsi educativo-laboratoriali, promozione di competenze e orientamento ai servizi sociali territoriali.